Brexit: Conte, situazione complessa, abbiamo pochi giorni – Europa


 Ieri “abbiamo ragionato di Brexit, la situazione è complessa, abbiamo pochi giorni, circa un paio di settimane per concludere un accordo, ma siamo uniti, vogliamo assolutamente un accordo e lavoreremo fino all’ultimo ma non a ogni costo”, perché “vogliamo un accordo che sul piano delle parità di condizioni e la governance sia efficace”: lo ha detto il premier Giuseppe Conte entrando al secondo giorno di lavori del vertice Ue. 

“Il Regno Unito deve prepararsi a un no deal, almenoché l’Ue non “cambi radicalmente” la sua posizione sugli accordi per la brexit. Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson.

L’Ue continua a lavorare per un accordo, ma non a qualsiasi costo. Come programmato, il nostro team negoziale andrà a Londra la settimana prossima per intensificare questi negoziati”. Così la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, su Twitter, dopo le dichiarazioni del premier britannico Boris Johnson.

“Ieri abbiamo adottato conclusioni sulla Brexit. Siamo uniti e determinati a rendere possibile un accordo. Barnier andrà a Londra per questo, ma non vogliamo un’intesa a qualsiasi costo, e quanto abbiamo scritto ieri resta valido oggi”. Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, al termine del vertice, ad una domanda sulle dichiarazioni del premier britannico Boris Johnson. Michel ha inoltre ribadito che “l’accordo di recesso deve essere attuato pienamente”. 

“Abbiamo avuto con i leader una discussione sulla Brexit dove si è mostrata unità tra tutti gli stati Ue, non c’è nessuna divisione e i leader hanno dato il loro sostegno unanime a Barnier”. Così il presidente francese Emmanuel Macron alla conferenza stampa al termine del Consiglio europeo, ricordando i temi ancora sul tavolo come la concorrenza equa, regole certe sulla pesca e su governance, “Ci prepariamo ad un accordo ma non ad ogni costo, abbiamo autorizzato il nostro negoziatore a proseguire i negoziati per le prossime due settimane in questo spirito e siamo coscienti che l’accordo necessita di sforzi soprattutto da parte del Regno Unito” ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA